Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Strumenti personali

Sezioni

Tu sei qui:HomeNotizieMonitoraggio degli habitat alofili prima degli interventi

Monitoraggio degli habitat alofili prima degli interventi

15/1/2019

 

Durante il monitoraggio ante operam (prima degli interventi) del progetto si stanno realizzando delle mappature della vegetazione alofila emersa (piante che tollerano la salinità e vivono sopra il livello medio del mare) nell’area, ad opera dei Ricercatori dell’Università Ca’ Foscari di Venezia (DAIS). Da aprile 2018 sono state effettuate alcune campagne di rilevazione in campo, con l’affiancamento di un operatore ISPRA munito di drone per le analisi di dettaglio. I rilievi sono in fase di elaborazione e digitalizzazione per la restituzione di mappe tematiche specifiche.

L'azione di monitoraggio in cui sono inseriti questi rilievi è l’Azione D.2, che si focalizza, tra le altre cose, sul monitoraggio degli habitat alofili presenti nelle aree emerse in prossimità dell'opera di immissione di acqua dolce dal Sile e nell'area di trapianto del canneto. Lo scopo di tali attività è ottenere un quadro di dettaglio della situazione attuale per poter valutare successivamente le variazioni della distribuzione degli habitat alofili indotte dagli interventi. Tali attività saranno infatti ripetute alla fine delle azioni di conservazione per valutare l’efficacia degli interventi.